[Giorno 4 del diario di bordo de La Marionetta al CeRebration Fest#6]

CEREBRATIONgiorno4

Ed eccoci arrivati finalmente al quarto giorno di festival. Lo staff del CeRebration ci accoglie sorridente e di buon umore, l’atmosfera tra i gazebo si è fatta più rilassata: il cielo ha mandato giù gli ultimi secchi d’acqua per finalmente aprirsi e buttare fuori il sereno.

Alle 16.45 fa capolino, puntuale, il laboratorio di fotografia, un corso rapido per andare oltre la modalità automatica di scatto alla scoperta degli usi più creativi di un mezzo dalle grandi potenzialità espressive: si comincia con dei rapidi cenni sulla storia della fotografia, dalla costruzione della prima camera oscura alla prima foto, scattata nel 1826 da Joseph Niépce e ottenuta con un tempo di esposizione di ben 8 ore. Ognuno con la propria macchina fotografica, gli iscritti al laboratorio si mettono alla prova alla ricerca dei diversi effetti che l’uso del diaframma e della luce permettono, perchè <>.

IMG_9262

Mentre i fotografi sperimentano le diverse strategie di utilizzo dei tempi di esposizione, nel tendone vicino i laboriosi membri del Movimento per la Decrescita Felice preparano unguenti e scatolette per il loro laboratorio di biocosmesi. Margherita ci racconta della collaborazione tra il MDF e il CeRebration, cominciata ormai tre anni fa, e dell’esigenza di creare un laboratorio di autoproduzione di saponi, detersivi e cosmetici: si tratta, infatti, di una modalità di sensibilizzazione attraverso il recupero di pratiche domestiche e antichi saperi. L’autoproduzione consente di ottenere dei prodotti completamente naturali, il cui impatto sull’ambiente è praticamente nullo. Di quali sostanze ci serviamo quando adoperiamo determinati prodotti? Fabbricarli in casa potrebbe essere un modo per rafforzare la coscienza dei consumatori. Questo laboratorio cerca di fare chiarezza sulle proprietà benefiche e non di sostanze naturali come la lavanda, il limone o gli olii essenziali. L’attività di oggi prevede la ricetta di un deodorante i cui ingredienti sono tutti facilmente reperibili (in casa e in erboristeria): l’amido di mais, il bicarbonato e gli olii essenziali.

IMG_20150523_184709282_HDR

Dopo un coloratissimo soundcheck, la reggae music entra in scena con i Groov-a-Nation: alle 20, sul palco del gazebo bar, una ciurma di musicanti ballerini (otto i componenti!) scalda il pubblico accorso per quella che sarà una serata completamente dedicata ai ritmi della musica popolare per eccellenza. I Groov-a-Nation, il cui reggae risente delle influenze (fra le tante) di Alborosie , contano anche due sax e un violino che impreziosiscono i colpi della batteria. Davvero difficile rimanere fermi: e infatti, staff e  pubblico, si trovano a saltellare assieme.

_DSC0196

Spentosi il palco dei Groov-a-Nation, ecco che si illumina di rosso l’enorme tendone al centro del Parco Fistomba. È il momento di Paolo Baldini DubFiles feat. Andrew I Forelock Iman e Arawak Reggae. Ma le sorprese non sono finite qui. A completare un quadro già sufficientemente incandescente c’è anche una special guest: Jacob dei Mellow Mood! La combriccola di rastamen e star del reggae italiano è tutta riunita al CeRebration Fest#sei e si presta a dare un volto alla nostra marionetta e a posare insieme allo staff.

_DSC0218_DSC0221

Paolo Baldini, produttore di punta del reggae italiano, ha curato gli ultimi due album dei Tre Allegri Ragazzi Morti e dal 2013 è ideatore del progetto DubFiles. Nato come un richiamo alla serie di collaborazioni tra dj giamaicani, DubFiles prevede l’interazione tra cantanti e gruppi reggae (gli ‘amici’ di Paolo Baldini) che girano i palchi italiani e stranieri come un vero e proprio team.  In un’atmosfera tra il sogno e la psichedelia, anche noi de La Marionetta veniamo trascinati dalle good vibrations e ci perdiamo in mezzo alla folla che, incurante del freddo, ormai si accalca attorno alle pedane del palco.

_DSC0265

La notte è appena cominciata, il reggae è nell’aria e anche i gazebo sembrano respirare sotto la luna ballerina.

Domani questa sesta edizione volgerà al termine: un altro pomeriggio di laboratori ci attende e in serata il folk de Gli Amanti chiuderà in bellezza – e finalmente sotto le stelle – un festival ricco e combattivo. Seguite il CeRebration Fest#sei su twitter e facebook per tutti gli aggiornamenti!

Annunci

Informazioni su lamarionetta

La Marionetta è una rivista indipendente ideata da studenti.
Questa voce è stata pubblicata in CeRebration fest, Collaborazioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...